Questa pratica è ormai la più redditizia per un gran numero di attività commerciali che fanno dei dati la loro forza.

Ma come si raccolgono anagrafiche legalmente e in maniera automatizzata?
Di seguito ti spiego velocemente il mio modus operandi.

Ma prima ti anticipo che il lavoro da fare è tanto, e se non hai tutte le competenze del caso, fatti aiutare da professionisti in grado di portare a termine questo lavoro.

Gli strumenti che impiegherai saranno diversi, e devi conoscerne il funzionamento.

Parliamo di strumenti come:

  •  Wordpress ed Elementor per creare la tua landing page
  • Account Pubblicitario in Business Manager
  • Pagina Facebook
  • Account di Integromat, profilo free è sufficiente
  • Canva o Photoshop
  • Account Iubenda

Come procedo ora?

  • Preparo una landing page adatta a raccogliere anagrafiche, costruita e ottimizzata per il mio obiettivo.
  • Creo una privacy e cookie policy con Iubenda e la piazzo nel footer
  • Installo il pixel e traccio le conversioni personalizzate (in futuro potrò creare un pubblico simile a quello che ha convertito, per massimizzare le lead)
  • Imposto gli eventi corretti sulle CTA della landing page
  • Con il contact form di Elementor setto l’invio di una email al riempimento del modulo di contatto, in copia a me ed al cliente
  • Preparo la mia creatività con Canva, scrivo il copy, preparo la campagna cercando il mio pubblico ideale
  • Imposto la campagna come traffico alla landing page, ottimizzandola per visualizzazioni di pagina di destinazione
  • Mi assicuro, con i tool di test, che il pixel sia correttamente installato e funzionante
  • Imposto una campagna di Generazione Contatti, creo il modulo e metto la campagna in bozze
  • Creo un flow su Integromat che mi preleva i dati dei moduli inviati e me li invia per email, sia a me che al cliente
  • Testo la mia campagna e la faccio partire

Non appena l’utente lascia l’anagrafica, sia su landing page che tramite il modulo nativo di Facebook, arriverà in copia a me e al cliente.

Quali sono i vantaggi di usare 2 campagne che fanno, sostanzialmente, la stessa cosa?

Le anagrafiche raccolte da landing page sono più pulite perché tra il primo click e l’invio dei dati c’è lo step intermedio della landing che fornisce più informazioni e più dettagli sul messaggio che l’utente ha cliccato.
E’ chiaro quindi che l’utente più informato che lascia i suoi dati assume un valore più alto rispetto ad uno che conosce meno dettagli.

..cosa che accade con il modulo nativo di Facebook che, data la sua natura, consente un invio più veloce dei dati (già precompilati nei campi) e quindi un’intenzione o interesse meno alto.
Infatti è prassi ricevere contatti, tramite questa modalità, che a volte sostengono di non aver inviato nessun dato.
Inoltre il costo per contatto (e questo è determinato anche dal tipo di pubblico) è più elevato rispetto a quello ottenuto tramite landing page.

Diciamo, per semplificare, che è più facile ottenere anagrafiche con il modulo nativo ma questa semplicità si paga in termini di pulizia contatto e di costo.

Con la landing page si pagano meno, ma si ha più lavoro da fare e si richiedono competenze perlopiù trasversali.

A voi scegliere.

Io come faccio?

Imposto entrambe le campagne su pubblici leggermente diversi.
Ma giocare così mi è permesso soprattutto dagli alti budget che gestisco, dalla reputazione dell’account pubblicitario, dal pubblico, dalla città e soprattutto da cosa sto comunicando.

Vendere case su un mercato come Roma, con un pubblico potenziale di 650.000 persone interessate ad Immobiliare.it è una buonissima base di partenza per far girare le campagne e ottenere risultati concreti.

Contattami per una consulenza

I dati che lasci su questi sito vengono raccolti e trattati unicamente da Stefano Cobucci, Via Frascati 23, 00030, Colonna.

I tuoi dati non verranno MAI ceduti o venduti a terzi.
Odio lo spam quanto te.

Accetto la Privacy Policy di stefanocobucci.net, acconsento al trattamento dei dati forniti ai sensi e per gli effetti di cui all’art.37, par.7, del GDPR, e ad essere contattato per ricevere materiale informativo e informazioni commerciali da Stefano Cobucci – Via Frascati 23, 00030, Colonna – RM, Titolare del Trattamento dei Dati. Posso modificare/ritirare il mio consenso e con esso bloccare l’elaborazione dei miei dati in qualsiasi momento

Via Frascati 23, Colonna, 00030 – Roma – P.IVA 14735571003 – info@stefanocobucci.net